JANÁČEK PHILHARMONIC ORCHESTRA

GIORNATA DELLA MEMORIA

JANÁČEK PHILHARMONIC ORCHESTRA
Informazioni

JANÁČEK PHILHARMONIC ORCHESTRA
​REINHARD SEEHAFER direttore
​JITKA ČECHOVÁ  pianoforte

Introduzione di ANDREA PENNA (Radio 3)

Programma:

Rudolf Karel (1880 – 1945), Scherzo – Capriccio op. 6
Erwin Schulhoff (1894-1942), Concerto per pianoforte e orchestra
Antonin Dvořàk (1841-1904), Sinfonia n. 4 

Informazioni

Un grande concerto sinfonico rende omaggio alla Giornata della Memoria, il 27 gennaio. Risorsa vitale e dovere irrinunciabile, la memoria salva e recupera un grande patrimonio culturale disperso negli anni più oscuri del Novecento. Con la Seconda Guerra mondiale le discriminazioni razziali, i campi di concentramento e la repressione politica annientano insieme a milioni di vite innocenti anche una vasta eredità artistica e spirituale. Ricordare musicisti vittime di persecuzioni è un modo per testimoniare la sopravvivenza dell’arte e della musica anche di fronte al male e al buio assoluto. Non sempre – contrariamente a quanto si sarebbe portati a pensare – le musiche di questi autori sono tristi e malinconiche: in molte pagine emergono un bisogno di respiro e una felicità compositiva che vanno oltre il dramma quotidiano. Un esempio su tutti, Erwin Schulhoff: allievo di Max Reger e Claude Debussy, ottimo pianista, morto di tubercolosi in prigionia: considerata opera ‘progressista’, il suo Concerto per pianoforte e orchestra rimanda alle atmosfere americane e al jazz, la straordinaria musica d’oltreoceano scoperta grazie all’amico pittore dadaista George Grosz.