R-evolution 2021: seconda giornata

Ingresso gratuito, biglietti online e alla Biglietteria del Teatro

R-evolution 2021: seconda giornata
Informazioni Gallery

Introduce gli appuntamenti Andro Merkù, Radio Monte Carlo

Programma della giornata:

Palco ore 15.00

“Quello che serve Rai3

proiezione del film documentario di Chiara D’Ambros e Massimo Cirri

una produzione Rai3, 2020 (40’)

La salute è (ancora) un diritto? Ce lo siamo chiesti nelle settimane della crisi pandemica covid 19. Mentre le terapie intensive erano sull’orlo del collasso, e gli italiani in lockdown sull’orlo di una crisi di nervi, migliaia di medici e infermieri applauditi dai balconi hanno contribuito, anche a costo della vita, a farci pensare che sì, la salute in Italia sia effettivamente un diritto, tutelato dalla carta costituzionale e, nei fatti, dal Servizio Sanitario Nazionale istituito per legge il 28 dicembre 1978. Lo raccontano nel film Massimo Cirri e D’Ambros, insieme a Gino Strada, Milena Gabanelli, Umberto Galimberti, all’epidemiologo inglese Sir Micheal Marmot e a molti altri protagonisti.

Palco ore 16.00

Leggere la pandemia per scrivere il futuro. Il diritto alla salute nell’Agenda 2030.

Silvio Brusaferro, Presidente Istituto Superiore di Sanità (video collegamento)
Massimo Cirri, Rai Radio2 Caterpillar, coautore documentario “Quello che serve” Rai3
conduce Michela Nicolussi, redazione Corriere Veneto

Assicurare la salute e il benessere a tutti e ad ogni età è il filo rosso dell’Obiettivo 3 dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Il Servizio Sanitario Nazionale da oltre 40 anni cerca di garantirlo ai cittadini italiani, come ha pienamente dimostrato durante la crisi pandemica, malgrado le strutture sanitarie abbiano vacillato nel tracollo delle terapie intensive e con i reparti allo stremo. Come si prospetta il diritto alla salute, in Italia e in un mondo profondamente segnato dalle diseguaglianze, e dove ancora non riusciamo a garantire a tutti i popoli il diritto al vaccino? E come affrontare, in futuro, nuove emergenze pandemiche alla luce dell’esperienza drammatica del coronavirus? Un confronto legato a questioni sulle quali il pianeta si sta ancora interrogando.

Palco ore 17.00

L’origine del virus: genesi di una pandemia

Paolo Barnard, giornalista e saggista, autore del libro inchiesta “L’origine del virus” (Chiarelettere)
Claudio Pagliara corrispondente RAI da New York
Conduce Paola Dalle Molle, giornalista Messaggero Veneto

In una ricostruzione inquietante, due tra i più importanti ricercatori internazionali, coordinati dal giornalista d’inchiesta Paolo Barnard, svelano i letali segreti biologici del coronavirus, causa del covid-19, che erano già noti ai virologi di Wuhan e ai loro amministratori politici nei primi giorni del contagio in Cina. Saranno poi coperti da un muro di reticenza e conflitti d’interesse, complici alcuni settori pubblici americani e gran parte dei media, anche scientifici. Paolo Barnard ha guidato Steven Quay e Angus Dalgleish in una ricerca che fin dalle prime ore del disastro ha fatto emergere verità sempre più allarmanti. Intorno all’origine di laboratorio del virus si sono incrociate varie ipotesi, e un dossier dell’intelligence statunitense ha rilevato che scienziati cinesi già dal novembre 2019 si erano infettati. Una “pista” approfondita in questi mesi, negli Stati Uniti, dal corrispondente RAI Claudio Pagliara.

Prenota il tuo biglietto per i tre incontri


Palco ore 19.00

“… e poi?” Dopo il covid, visioni di futuro.

Andrea Segrè, agroeconomista, Professore ordinario Università di Bologna, fondatore campagna Spreco Zero
Ilaria Pertot, docente Università di Trento, esperta di agricoltura sostenibile
Chiara Mio, Presidente Crédit Agricole FriulAdria, autrice del saggio “L’azienda sostenibile” (Laterza)
conduce Gian Mario Villalta, scrittore e poeta, direttore artistico Pordenonelegge.

Un dialogo legato agli scenari postpandemici e alle buone pratiche che ciascuno di noi, nel quotidiano, può attivare per approcciare i traguardi 2030 dell’Agenda di sviluppo sostenibile. Dal palcoscenico di R-evolution sarà lanciata una “call to action” per sensibilizzare i cittadini sui grandi temi che riguardano il futuro dell’umanità, cercando di cogliere nella crisi attuale un’opportunità di cambiamento degli stili di vita. Una sfida legata alla pubblicazione “… e poi? Scegliere il futuro”, scritto a quattro mani per Edizioni Ambiente da Andrea Segrè e Ilaria Pertot. Ne firma la prefazione il direttore artistico di pordenonelegge Gian Mario Villalta, interverrà l’economista, accademica e Presidente di Crédit Agricole FriulAdria Chiara Mio, autrice del saggio “L’azienda sostenibile” (Laterza).

Prenota il tuo biglietto


Palco ore 21

Spre+Eco = Obiettivo 2030.

Conversazione scenica

Andrea Segrè e Massimo Cirri
Illustrazioni di Francesco Tullio Altan

Una conversazione che si rinnova nel tempo, vivificata dalle vignette originali di Francesco Tullio Altan: “-Spr+Eco, obiettivo 2030” riprende il dialogo decennale fra l’agroeconomista Andrea Segrè e l’autore, psicologo e conduttore Massimo Cirri, alla guida di un programma cult della radio italiana, “Caterpillar” su Rai Radio2. L’occasione per riflettere – e magari sorridere, fra uno spunto e l’altro – sulle responsabilità legate alla prevenzione degli sprechi e sulla possibilità di valorizzare le risorse, l’economia circolare, il riutilizzo dei beni e il cibo edibile invenduto, con ricadute significative dal punto di vista ambientale, sociale, economico e nutrizionale.

Prenota il tuo biglietto

Informazioni

Ingresso gratuito, biglietti online e alla Biglietteria del Teatro.
L’ingresso a Teatro è consentito solo previa verifica del Green Pass tramite App Verifica C19.

Tel  0434 247624