DAVID TRIO e RETO BIERI

DAVID TRIO e RETO BIERI
Informazioni

musiche di Brahms, Dall’Ongaro, Messiaen pianoforte Claudio Trovajoli
violino Daniele Pascoletti
violoncello David Cohen
clarinetto Reto Bieri

programma
Johannes Brahms (1833 –  1897)
Trio in do min. op. 101

Michele Dall’Ongaro (1957)
Trio n. 2

Olivier Eugène Prosper Charles Messiaen ( 1908 –  1992)
Quatuor pour la fin du Temps (per clarinetto, violino, violoncello e pianoforte)

Informazioni

RETO BIERI
Senza dubbio uno dei più promettenti clarinettisti della sua generazione, Reto Bieri è nato a Zug, in Svizzera, ed è cresciuto sotto l’influenza della musica popolare svizzera, prima di perfezionare gli studi alla Juilliard School di New York. Oltre al repertorio classico per il proprio strumento, esplora territori sperimentali e la collaborazione con compositori contemporanei costituisce parte importante del suo lavoro.

Musicista versatile, è valido interprete nel repertorio solistico come in quello da camera, e si trova a proprio agio nella musica barocca come in quella contemporanea. Refrattario a etichette e convenzioni, è alla costante ricerca di un’interpretazione che sappia dare vitalità e calore anche ai lavori più classici. Collabora con musicisti del calibro di Mischa Maisky e Kristjan Järvi.

DAVID TRIO
Il David Trio ha debuttato nel 2004 ottenendo il 1° Premio e il Premio Bösendorfer per la migliore interpretazione dei trii di Haydn al 2. Concorso Internazionale di Musica da Camera “F. J. Haydn” di Vienna, tenutosi presso la Konzerthaus; si è in seguito affermato con il Primo Premio e il Premio del pubblico al Concorso Internazionale di Musica da camera di Chesapeake MD-USA, e il Primo Premio al Concorso Internazionale di Yellow Springs OH-USA, laureandosi anche nelle due più importanti competizioni italiane: il 26° Concorso Internazionale per complessi da camera “Vittorio Gui” di Firenze nel 2004 e il 9° Concorso Internazionale di musica da camera “Premio Trio di Trieste” nel 2005, con il Premio “Amedeo Baldovino” per la migliore interpretazione di un brano di J. Brahms.

Il Trio, fin dalla sua fondazione, ha seguito le lezioni dell’Altenberg Trio Wien all’Accademia di Pinerolo, di Hatto Beyerle presso le Scuole di Hannover, Basel e Fiesole, del Trio di Trieste e di Enrico Bronzi alla Scuola Superiore di Duino e all’Accademia Chigiana di Siena. Selezionato come gruppo rappresentante dell’ECMA (European Chamber Music Academy), ha avuto la possibilità di perfezionarsi con musicisti come Heinrich Schiff, Erich Höbarth (Quatuor Mosaique), Johannes Meissl (Artis Quartett), Christoph Richter, Avo Kouyoumdjan, e Hatto Beyerle.

Già attivo nel panorama concertistico italiano (I concerti del Quirinale a Roma trasmessi in diretta nazionale da RAI-Radio3, gli Amici della Musica di Padova, Pescara, Foggia, Campobasso, il Teatro Ponchielli di Cremona, le Settimane Musicali del Teatro Olimpico di Vicenza, Stagione Concertistica dell’Università Cattolica di Roma, Società del Quartetto di Bergamo), e internazionale (Festival Casals di Prades, Fondazione Bösendorfer di Vienna, Schloss Grafenegg, Festival International de Musique de Chambre in St. Ursanne, Haydn Festspiel di Eisenstadt, Allegro Vivo Kammermusik Festival, Montpellier-Radio France, Coliseum di Buenos Aires), il David Trio ha nel 2007 effettuato una tournée in Sud America e Messico con entusiastici riscontri di critica e pubblico. Significativa la presenza al Festival Cameralia07 a Santiago de Compostela come trio ospite docente di musica da camera. Nello stesso anno il Trio è stato premiato con una borsa di studio offerta dalla fondazione Borletti-Buitoni di Londra, che supporta la carriera del trio e che ha anche sponsorizzato la prima registrazione dell’integrale dei trii di Franz Schubert per Altara, realizzata nel 2008, recensita e considerata già una delle migliori versioni esistenti di questi capolavori. Recente l’incisione dei trii di Ciajkowskj e Shostakovic per Stradivarius e il grande successo ottenuto al debutto al Concertgebow, dove, dopo il 2011 sono tornati nel gennaio 2014 per due concerti accolti da una entusiastica risposta di pubblico.
A Londra è del maggio 2014 il debutto nella storica Wigmore Hall.