TEATRO VERDI: SI ALZA IL SIPARIO SULLA STAGIONE 2022

TEATRO VERDI: SI ALZA IL SIPARIO SULLA STAGIONE 2022

IL COMPITO DI APRIRE LA NUOVA STAGIONE SPETTA (SABATO 8 E DOMENICA 9 GENNAIO) A DUE FUORICLASSE DELLE SCENE: RENATO CARPENTIERI E IMMA VILLA, DIRETTI DAL REGISTA ROBERTO ANDÒ NELLO SPETTACOLO PIAZZA DEGLI EROI, TESTO PREVEGGENTE E BELLISSIMO DI THOMAS BERNHARD, UNO TRA I MASSIMI AUTORI DELLA LETTERATURA DEL NOVECENTO. L’APERTURA DEL CARTELLONE MUSICALE È AFFIDATA, INVECE, A DUE LEGGENDE DEL CONCERTISMO MONDIALE COME LA PIANISTA PORTOGHESE MARIA JOÃO PIRES (19 GENNAIO) E MAURIZIO POLLINI (26 GENNAIO)

IL CARTELLONE 2022 SARÀ ILLUSTRATO UFFICIALMENTE AL PUBBLICO DEL VERDI DI PORDENONE MERCOLEDÌ 12 GENNAIO DAI CONSULENTI ARTISTICI NATALIA DI IORIO E MAURIZIO BAGLINI: INCONTRO CON GLI SPETTATORI ALLE 18.00 IN SALA PROVE “SPAZIO DUE”

PORDENONE- Il Teatro Verdi di Pordenone alza ufficialmente il sipario sulla Stagione 2022 sabato 8 gennaio alle 20.30 (replica domenica alle 16.30), con Piazza degli eroi, testo preveggente e bellissimo di Thomas Bernhard, uno tra i massimi autori della letteratura del Novecento. Sul palco due fuoriclasse delle scene, Renato Carpentieri e Imma Villa, sono diretti dal regista Roberto Andò. Lo spettacolo – una produzione Teatro di Napoli, Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Fondazione Teatro della Toscana – porta in scena un testo profetico capace di denunciare, già decenni fa, il crescere dei fascismi mascherati da populismi. L’opera divisa in tre scene ruota intorno alla figura del professor Schuster: rientrato in Austria dopo l’esilio in Gran Bretagna a seguito delle leggi razziali, ritrova un paese incredibilmente incattivito e non potendo sopportare la realtà che lo circonda, sceglie di porre fine alla sua vita gettandosi dalla finestra affacciata su Heldenplatz. Toccherà a quelli che restano provare a dare una spiegazione a un gesto così estremo. Il 14 gennaio in programma il secondo appuntamento della sezione “Nuove Scritture” affidato ad un autorevole Maestro della scena come il Premio UBU Danio Manfredini che presenta il riallestimento di “Al presente”. Ad inaugurare il cartellone musicale 2022 sarà, invece, la Maratona Beethoven – Listz: domenica 16 gennaio a partire dalle 11.30 e fino alle 21.00 in programma questo progetto monumentale con l’integrale delle nove Sinfonie di Beethoven trascritte da Liszt, rivoluzionario virtuoso del pianoforte. Si tratta di un’idea di Michele Campanella, che compare anche tra gli interpreti della maratona, con i pianisti Monica Leone, Roberto Plano, Massimiliano Damerini, Stefania Cafaro, Paolo Marzocchi, Maurizio Baglini, Marco Vergini, Claudio Curti Giardino. Attese, sempre a gennaio, due leggende del pianismo mondiale come Maria João Pires e Maurizio Pollini, in concerto rispettivamente il 19 e il 26 gennaio. Ancora a gennaio (21, 22 e 23), Ambra Angiolini è protagonista con Arianna Scommegna dello spettacolo “Il Nodo”, intenso confronto tra una madre e un’insegnante sul tema del bullismo. Il cartellone 2022, ancora denso di grandi proposte artistiche e nomi illustri della prosa, della musica e della danza, tra prime regionali ed esclusive assolute. sarà presentato ufficialmente al pubblico del Verdi di Pordenone mercoledì 12 gennaio dai consulenti artistici Natalia Di Iorio e Maurizio Baglini che incontreranno gli spettatori alle 18.00 in sala prove “Spazio Due”.

Prevendite di biglietti e abbonamenti in corso presso la biglietteria, per informazioni consultate il nostro sito o telefonate allo 0434 247624ì

REGOLAMENTO STRAORDINARIO A FRONTE DELL’EMERGENZA DA COVID-19

L'accesso a Teatro è consentito con "Green pass rafforzato" e mascherina FFP2.

Si invita il cortese pubblico ad arrivare con congruo anticipo.

Grazie per la collaborazione